American Barbecue in sintesi

Partiamo semplici semplici e facciamo un po’ di luce su un mondo ancora un po’ confuso in Italia.

Quando parliamo di BBQ quasi tutti gli italiani pensano alla classica griglia, con sotto il fuoco o il carbone acceso e temperature infernali. Ecco quello si chiama Grilling o Grigliata!!

Fare Barbecue e nello specifico American Barbecue è tutt’altra cosa.

In primo luogo vuol dire armarsi di pazienza e di tempo, studiare qualche nozione di base di chimica e divertirsi sperimentando. Le cotture tipiche dell’american BBQ si caratterizzano per la lunga durata e le basse temperature, prendendo il nome di Low&Slow. Per farla breve, questa tecnica rende possibile lo “scioglimento” del collagene presente naturalmente nella carne il quale si trasforma in morbida “gelatina”. L’American Barbecue ha quindi la prerogativa di rendere morbidi e succosi i tagli più tenaci (il concetto è molto più complesso ma il succo è questo).

Un esempio? Il nostro pulled pork cuoce dalle 8 alle 10 ore a seconda della conformazione del pezzo, finchè non si sfilaccia a mano!!